CORONAVIRUS: LA SOLIDARIETA' DEL DISTRETTO ROTARY 2080 NON SI FERMA
Leggi come il Distretto 2080 sta rispondendo all'impatto della crisi globale dell’epidemia COVID-19.

I soci del Rotary si uniscono agli appassionati della stampa 3D per realizzare dispositivi di protezione personale che scarseggiano a causa della pandemia COVID-19

 

Un esercito di hobbisti ed educatori dotati di stampanti 3D stanno producendo visiere e altri dispositivi di protezione individuale (DPI) per aiutare gli operatori sanitari in prima linea a combattere il coronavirus. Tra loro ci sono due soci del Rotary, che stanno usando le loro conoscenze e risorse - insieme alle loro connessioni rotariane - per affrontare la carenza di DPI causata dalla pandemia COVID-19.

 

Il Rotary ci offre un'opportunità unica per connetterci con gli altri in tutto il mondo. Quando qualcuno ha un'idea, abbiamo i mezzi per finanziarla e agire di conseguenza

 

Scott Franklin, professore di matematica e informatica alla Wayland Baptist University di Plainview, Texas, USA, ha portato a casa le quattro stampanti 3D della sua Università e sta creando circa 24 visiere al giorno. Il Rotary Club di Plainview, di cui è socio, ha sostenuto i suoi sforzi attraverso sovvenzioni, donazioni e incoraggiamento.

Nel frattempo, Jacob Lasorso, che insegna progettazione di stampa 3D al Suncoast Technical College di Sarasota, Florida, USA, ha creato un laboratorio a domicilio con sei stampanti 3D che ha assemblato dalla sua scuola e da altri e sta producendo circa 48 visiere al giorno. La sua iniziativa è sostenuta dai soci del suo Rotary Club di Venice Sunrise in Florida.

Il processo di stampa 3D utilizza una stampante speciale per creare un oggetto tridimensionale a partire da un modello di progettazione assistita da computer (CAD), di solito aggiungendo successivamente materiale strato per strato. Il materiale varia ma è più comunemente un filamento plastico che viene venduto in rotoli e assomiglia alla linea su un tagliabordi. Sia Franklin che Lasorso utilizzano il filamento di acido polilattico, che è ecologico e conveniente a circa 25 dollari al chilogrammo.

 

 

L'avvento delle stampanti 3D a basso prezzo ha permesso a molti più appassionati di acquistarle e di realizzare oggetti 3D, e alle scuole e alle Università più piccole di creare laboratori di stampa 3D. Tutti questi nuovi proprietari di stampanti, appassionati e istruttori hanno riempito Internet e i social media di comunità di produttori che pubblicano i loro progetti online. 

A causa della carenza di dispositivi di protezione personale, queste comunità hanno creato e condiviso i loro progetti di visiere e altri dispositivi medici. L'U.S. National Institutes of Health (NIH) ha collaborato con altre agenzie statunitensi e con i leader del settore della stampa 3D per curare alcuni di questi progetti in una collezione online per incoraggiare la produzione. Molti di questi progetti sono stati rivisti, testati e approvati per l'uso clinico quando non sono disponibili apparecchiature di qualità superiore.


Hobby salvavita

Franklin ha trovato il design da stampare dalla sua collezione online. Era in ferie alla Wayland Baptist University quando si era reso conto che le lezioni sarebbero cambiate completamente online e aveva ottenuto il permesso di portare a casa tutte e quattro le stampanti 3D dell'Università.

Franklin ammette che la sua motivazione iniziale era di avere qualcosa da fare in isolamento. Ma dopo aver visto i post dei social media sui gruppi di creatori a cui appartiene sull'uso delle stampanti 3D per creare dispositivi di protezione personale, sapeva di poter fare di più.

 

 

La MakerBot Replicator Plus, una stampante più avanzata nell'arsenale di Franklin, può completare due dei sottili bordi in plastica per ciclo, mentre le altre tre macchine ne stampano uno. Un ciclo completo richiede circa un'ora e mezza. Per la parte che copre il viso, Franklin utilizza una pellicola trasparente perforata con un punzone a 3 fori che si attacca alle manopole del bordo.

 

Si verificano eventi come la pandemia e attraverso il Rotary si dispone di un'ampia gamma di competenze e di mentalità di missione. Ci sono persone che cercano nuovi modi per servire e rendere il mondo migliore

 

"Non usiamo più i lucidi nelle nostre aule. Abbiamo tutti dei proiettori", dice Franklin. "Così avevamo pile di scatole non aperte nel reparto di matematica. È una scelta appropriata per la parte anteriore, perché può essere riutilizzata e disinfettata".

La biblioteca di Wayland ha anche donato sette scatole di pellicola trasparente. I figli di Franklin, tra cui sua figlia Emily, socia del Wayland Rotaract Club, hanno aiutato a perforare e a montare le visiere. Il Rotary Club Plainview sta facendo domanda per una sovvenzione distrettuale per l'acquisto di un'altra stampante da 3.000 dollari. Dopo che la necessità di attrezzature protettive è svanita, il Rotary club donerà la stampante al Rotaract club per utilizzarla per progetti di service.

Oltre al suo sostegno finanziario, il Rotary club sta usando le sue connessioni per aiutare la distribuzione. L'amministratore dell'ospedale locale e un'infermiera sono soci del club e vi hanno fornito degli scudi agli operatori sanitari. La moglie del presidente della Wayland University è coinvolta in un ospizio locale, e attraverso l'ospizio, il club ha appreso che circa 30 infermiere di Lubbock, Texas, si sono recate a New York City per aiutare con la pandemia. Il club ha inviato degli scudi come parte di un pacchetto di assistenza. 

"Il Rotary ci offre un'opportunità unica per connetterci con gli altri in tutto il mondo", ha dichiarato Jay Givens, presidente del Plainview Rotary Club. "Quando a qualcuno viene un'idea, abbiamo i mezzi per farla finanziare e agire di conseguenza".


Lavorando giorno e notte

In Florida, Lasorso usa anche la pellicola trasparente nei suoi DPI. Il Suncoast Technical College, dove lavora, ha donato 1.000 fogli. Il design che utilizza, approvato dall'NIH, include una visiera che impedisce agli schizzi di salire e superare il foglio trasparente. Gli elastici, che ha trovato sul sito web dell'artigianato Etsy, fissano le visiere intorno al retro della testa.

Come Franklin, Lasorso ha ottenuto il permesso di portare a casa le stampanti 3D del college all'inizio dell'ordine di lockdown. Lui e il direttore dell'istruzione tecnica certificata della contea hanno ottenuto diverse altre stampanti da scuole vicine che hanno accettato di prestarle. Il suo allestimento stampa quattro visiere a macchina ogni 12 ore. A causa del tempo necessario, Lasorso le imposta per la stampa durante la notte e inizia un nuovo ciclo ogni mattina.

"Ci addormentiamo e sentiamo le stampanti 3D dall'altra parte della casa", dice la moglie di Lasorso, Mallory, che è anche socia del Rotary club Venice Sunrise. "A questo punto è come un rumore di fondo".

 

 

Mallory ha creato un modulo di Google che ha postato su Facebook per la richiesta di visiere. Utilizzando le connessioni del club, hanno distribuito visiere a studi medici e cliniche. Ne hanno anche inviate diverse ai vigili del fuoco di Tampa, in Florida, e 20 al figlio di un socio del club che gestisce diverse case di cura a Las Vegas, Nevada.

Il club Venice Sunrise ha pagato materiali, forniture e parti di ricambio per mantenere la produzione. Oltre alle donazioni personali, hanno ricevuto 4.000 dollari dalla Charles and Margery Barancik Foundation, che sostiene cause in Florida e a Chicago, Illinois.

Mallory ha dichiarato che lei e suo marito non sono entrati a far parte del Rotary per fare networking. Ma le connessioni che hanno fatto attraverso il club sono una parte importante di ciò che gli piace e che rende il loro club efficace. 

"Qualunque sia la ragione per cui si entra a far parte del club, è il desiderio comune di fare del bene nel mondo che ci tiene uniti", ha detto.

Franklin è d'accordo: "Abbiamo tutti lo stesso cuore per il service, lo stesso cuore per rendere la nostra comunità un posto migliore. Si verificano eventi come la pandemia e attraverso il Rotary si dispone di un'ampia gamma di competenze e di mentalità di missione. Ci sono persone che cercano nuovi modi per servire e rendere il mondo migliore".

 


 

Contenuti correlati

Rotariani in Kenya impegnati a impedire la trasmissione di COVID-19 

Club italiano usa connessioni ed esperienze per aiutare nella lotta al coronavirus

Una soluzione alla pandemia di COVID-19


“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”

Paul Harris — Convention di Boston 1933