CORONAVIRUS: LA SOLIDARIETA' DEL DISTRETTO ROTARY 2080 NON SI FERMA
Leggi come il Distretto 2080 sta rispondendo all'impatto della crisi globale dell’epidemia COVID-19.

Lo scorso 23 ottobre, in occasione delle celebrazioni per il World Polio Day, presso l'Auditorium della Conciliazione il celebre pianista, premio Oscar, Nicola Piovani, si è esibito nel concerto “La musica è pericolosa” per i Rotariani del Distretto Rotary 2080, Roma Lazio e Sardegna.

La serata è stata presentata dalla giornalista Marilù Lucrezio e ha visto la partecipazione di numerose autorità ed in particolare della Rappresentante UNICEF Giulia Trabucco.

La sala dell'Auditorium ha ospitato più di 1200 persone, tra Rotariani e ospiti, che hanno potuto conoscere in quella serata una parte importante del lavoro del Rotary.

Toccanti sono state le parole della Lucrezio che ha raccontato la cruda realtà, vissuta come corrispondente di guerra, della vita in Pakistan e Afghanistan, dove i vaccini fanno fatica, per vari fattori ideologici e sociali, a entrare nel Paese. Un forte messaggio è stato inviato dal Dott. Michel Zaffran, Director Polio Eradication Initiative dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha ringraziato il Distretto Rotary 2080 per l'organizzazione dell'evento e sopratutto per l'impegno nell'eradicazione della polio verso cui ha esortato a non “abbassare mai la guardia”, perché ci sono ancora, tanti, troppi, bambini da salvare.

Un silenzio carico di emozione ha pervaso la sala quando il Maestro Piovani ha iniziato a suonare. La sua musica ha invaso dolcemente l'Auditorium creando un forte senso di bellezza. Tante sono state le musiche riprodotte, come la celebre colonna sonora di “La vita è bella”. E tanti sono stati gli aneddoti raccontati dal Premio Oscar sulla sua carriera, nel corso della quale ha incontrato personaggi importanti con Fellini, a cui ha dovuto molto della sua strada, Mastroianni, Beningni, Monicelli, De Andrè. Li ha ricordati tutti con una battuta o la descrizione di un avvenimento vissuto insieme. La sua simpatia e la sua ironia hanno regalato sicuramente qualcosa in più alla serata.

Il Rotary International dal 1985 è impegnato nel programma PolioPlus, oggi integrato nella grande campagna di mobilitazione sociale “End Polio Now”, per l'eradicazione nel mondo della poliomielite, infezione altamente contagiosa che colpisce soprattutto i bambini di età inferiore a 5 anni. Il Rotary con l'OMS, l'UNICEF e dal 2007 con la Fondazione Bill e Melinda Gates hanno raccolto 10 miliardi di dollari per sconfiggere il virus della polio. Questo viene trasmesso da una persona all'altra, di solito attraverso l'acqua contaminata. Può attaccare il sistema nervoso e, in alcuni casi, portare alla paralisi. Anche se non esiste una cura, esiste un vaccino sicuro ed efficace.

Il Rotary ha aiutato ad immunizzare oltre 2,5 miliardi di bambini in 122 Paesi, riducendo il contagio del 99,9 per cento. Sono passati tre anni da quando gli ufficiali sanitari hanno riportato un solo caso di poliovirus selvaggio in Nigeria, l'ultimo Paese polio-endemico dell'Africa, continente che nel 2020 dovrebbe essere dichiarato dall'OMS ”Polio Free”, segnando così un grande traguardo per l'umanità. 

Durante il World Polio Day, il Rotary International e i partner della Global Polio Eradication Initiative hanno annunciato che il poliovirus selvaggio tipo 3 (WPV3) è stato eradicato in tutto il mondo. Tuttavia, alla data del 16 ottobre i casi di poliomielite da virus selvaggio di tipo 1 in Pakistan sono già 72 contro gli 8 dello stesso periodo del 2018 ed in Afghanistan 16 casi contro i 20 dello scorso anno. Nonostante il forte incremento di casi in Pakistan (+64), ci si trova in un momento di svolta in Afghanistan, dove è stata registrata una riduzione di casi.

Le comunicazioni del Rotary International riferiscono che nel Meeting del POB (Polio Oversight Board), tenutosi ai primi di settembre, è stato evidenziato come la diffidenza delle popolazioni, le difficoltà dettate dalla situazione locale e la non ottimale campagna di vaccinazioni, hanno portato alla persistenza di aree in cui sono ancora presenti bambini non vaccinati. Lo stesso POB ha sottolineato la necessità di un rinnovato impegno da parte delle Istituzioni a sostenere la Campagna contro la Polio.

L'obiettivo del Rotary è quello di riuscire a vaccinare tutti i bambini delle aree affette dal male, altrimenti nessun bambino sarà realmente al sicuro ovunque esso si trovi.

“Abbiamo scelto un simbolo dell'arte come Nicola Piovani, per trasmettere il nostro messaggio. Sono convinto che per una causa come quella dell'eradicazione della Poilio, ci si debba basare non sul semplice fundraising, ma su un concetto di filantropia culturale, dove i cittadini sono coinvolti tramite la cultura in relazioni umane che generano un valore economico atto a  sostenere una giusta causa, come la nostra. Sconfiggere la Polio non significa solo annientare una malattia, ma dare a molte persone più speranza di vita e migliori condizioni di vita”, ha affermato Giulio Bicciolo, Governatore del Distretto Rotary 2080 e organizzatore della serata.

 

https://www.rotary2080.org/concerto-del-premio-oscar-nicola-piovani-per-la-celebrazione-del-world-polio-day

 


“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”

Paul Harris — Convention di Boston 1933