Campagna di supporto per i rifugiati afghani

Cari Presidenti, cari Soci,

la tragedia dei rifugiati afghani è sotto gli occhi di tutti.
Famiglie intere, uomini, donne e bambini hanno dovuto lasciare il territorio afghano ed accettare l’accoglienza di coloro che non li hanno voluti abbandonare al loro destino.
Si stima che circa 5.000 rifugiati siano stati trasferiti nel nostro Paese per salvare le loro vite e dare loro una speranza di un futuro ancora però sconosciuto.
Il Rotary non è stato a guardare: tutti i Distretti si sono attivati e, come già siete a conoscenza, con una lettera “aperta” hanno informato il Presidente del Consiglio che verrà fatto quanto è nelle possibilità dei rotariani per dare supporto al programma di accoglienza nazionale.
In tale ottica sono stati presi contatti con le strutture statali centrali, responsabili delle attività di accoglienza dei rifugiati: la Protezione Civile Nazionale e il Ministero dell’Interno.
Dall’incontro avvenuto tra i nostri rappresentanti e i responsabili del Ministero è emersa l’opportunità di definire un Protocollo di Intesa tra i Distretti italiani e il Ministero stesso, affinché vi sia una linea comune per eventuali aiuti ai rifugiati. Peraltro, il Protocollo di Intesa consentirà ai rappresentanti rotariani, delegati in ciascun Distretto per la materia, di essere agevolati nell’interazione con le Prefetture territorialmente competenti.
In attesa della formalizzazione del suddetto Protocollo d’Intesa, in linea con quanto riportato nella lettera al Presidente del Consiglio: “offrire ai rifugiati concrete occasioni di inserimento sociale, lavorativo e culturale”, chiedo ai Presidenti dei Club di attivarsi verso i soci per conoscere la loro disponibilità a fornire supporto ai rifugiati, affinché, nell’eventuale incontro con il Prefetto, l’offerta sia concreta e realizzabile in tempi brevi.
Cliccando sui link troverete, oltre alla mia lettera autografa, un questionario da distribuire ai soci per raccoglierne le disponibilità.
Vi chiedo infine la cortesia di dare riscontro a quanto sopra il prima possibile e comunque entro sette giorni dalla data di questa informativa.

Un caro saluto a tutti,

Gabriele Andria

Clicca sui link per leggere
Lettera autografa del Governatore Gabriele Andria
Questionario