Carissimi Amici,
ho effettuato ad oggi 32 visite, trovando Club impegnati in una intensa attività sui territori, Club che vivono e realizzano i loro progetti con un’energia positiva e con un grande slancio verso uno sforzo collettivo a favore del “Bene Comune”!

Grazie a tutti per l’Affetto e l’Amicizia che ho percepito sinceri.

Ringrazio di cuore:

  •  la Presidente Anna Maria Bruno e tutti i soci del Club Albano Laziale Alba Longa;
  • il Presidente Michele De Stefano e tutti i soci del Club Guidonia Montecelio;
  • il Presidente Roberto Paolelli e tutti i soci del Club Flaminia Romana;
  • il Presidente Fidel Baldin e tutti i soci del Club Latina Circeo;
  • il Presidente Vittorio Carlesimo e tutti i soci del Club Latina Monti Lepini;
  • il Presidente Roberto Caporossi e tutti i soci del Club Golfo d’Anzio, Anzio e Nettuno;
  • la Presidente Lorella Gasbarrone e tutti i soci del Club Terracina Fondi;
  • il Presidente Alberto Pensiero e tutti i soci Presidente del Club Formia Gaeta;
  • la Presidente Lavinia Pellegrini e tutti i soci del Club Roma Centenario;
  • il Presidente Domenico Stamato e tutti i soci del Club Ostia;
  • la Presidente Tuija Weigel e tutti i soci del Club Roma Quirinale;
  • la Presidente Rosalba Panzini e tutti i soci del Club Cerveteri Ladispoli;
  • il Presidente Luciano Mocci e tutti i soci del Club Civitavecchia;
  • il Presdiente Marco Bigiotti e tutti i soci del Club Bolsena e Ducato di Castro.

Questo mese, l’attenzione del Rotary si rivolge ad una delle sei aree di intervento: lo sviluppo economico e comunitario.

Il tema richiama non solo i principi dell’Etica, ma anche quelli legati alla Legalità…

I nostri soci sono chiamati, dunque, a pensare e organizzare “service” che diano opportunità a chi vive nelle zone meno fortunate e più povere del mondo non trascurando le “nuove povertà” italiane che, sorprendentemente, si fanno sempre più numerose… Mancanza di lavoro, di opportunità d’istruzione adeguata, sono i fattori che caratterizzano queste “sacche” di disagio.

Se è vero che il lavoro e la Legalità sono le uniche e vere risorse che l’uomo ha per migliorare le proprie condizioni di vita, è anche vero che la coesione economica e sociale di una nazione rende sostenibile ogni forma di sviluppo, anche se tali caratteristiche non bastano se non supportate dalla Legalità che è fatta di trasparenza ma, soprattutto, di correttezza verso gli altri.

Papa Francesco, nel 2015, al Convegno Nazionale della Chiesa Italiana, ebbe ad esprimersi così:

“La vita di ogni comunità esige che si combattano, fino in fondo, il cancro della corruzione, il cancro dello sfruttamento umano e lavorativo ma soprattutto il veleno dell’illegalità. Dentro di noi, e insieme agli altri, non stanchiamoci mai di lottare per la verità e la giustizia.”

Cari Amici,

guardiamoci intorno e riconosciamo la verità… Non c’è sviluppo economico, di alcun genere e per nessun Paese, se non è presente e ben radicata sul territorio la Legalità.

Essa è, non solo un modo di vivere, ma anche una vera “forma mentis”. La Legalità è a tutti gli effetti la vera ispirazione dei comportamenti e delle scelte delle giovani generazioni. Le nostre Azioni Rotariane continueranno ad avere un significato principalmente etico, se porteranno avanti, nella giusta maniera, obiettivi credibili con progettualità sostenibile. Occorre sempre conoscere le reali esigenze delle comunità in cui operiamo, prendendo in considerazione le dinamiche storiche, culturali e sociali, valutandone le peculiarità e i limiti di qualsiasi genere di progetto che ci proponiamo di realizzare.

Le iniziative che incidono sul territorio più efficacemente sono, infatti, quelle che creano un emotivo coinvolgimento ed una forte e motivata condivisione con i membri delle Comunità coinvolte, poiché sono le stesse che fanno rafforzare quell’orgoglio che dura nel tempo per l’appartenenza al sodalizio scelto.

Infine, condivido in pieno la frase di Laura Jane Addams, scrittrice statunitense dei primi del Novecento: “Il bene che assicuriamo a noi stessi è precario e incerto fino a quando non viene assicurato a tutti quanti noi e incorporato nella nostra vita comune”.

Vi abbraccio tutti in una sola volta,

Patrizia

Torna Indietro

“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”

Paul Harris — Convention di Boston 1933