CORONAVIRUS: LA SOLIDARIETA' DEL DISTRETTO ROTARY 2080 NON SI FERMA
Leggi come il Distretto 2080 sta rispondendo all'impatto della crisi globale dell’epidemia COVID-19.

Quaderni, penne, matite e colori per donarli ai bambini del Benin che ne sono privi. Un ponte ideale fra la Sardegna ed uno dei Paesi più poveri. E’ un progetto concreto del Rotary Cagliari Nord e del Club Rotaract Cagliari Golfo degli che assieme hanno dato vita alla raccolta di sussidi e strumenti didattici che verranno inviati e consegnati dal Rotary ad alcune scuole. La loro terra, nell’Africa occidentale, vasta poco piu' di un terzo dell’Italia, e' abitata da circa 11 milioni di abitanti. Il reddito pro-capite e' molto basso e fra chi soffre di questa situazione di indigenza ci sono soprattutto i bambini. Tanti di loro vivono in strada, o vengono sfruttati (il 52 percento di loro sono coinvolti nel lavoro minorile). Pochi quelli che riescono ad avere una scolarizzazione di base e, fra questi, in tanti non hanno strumenti di cancelleria. Per questo il Rotary ha deciso di di impegnarsi per dar ai piu' piccoli quello che da noi, in Italia, nella Scuola, sono ormai beni primari.Quaderni, penne, matite e colori per donarli ai bambini del Benin che ne sono privi. Un ponte ideale fra la Sardegna ed uno dei Paesi più poveri. E’ un progetto concreto del Rotary Cagliari Nord e del Club Rotaract Cagliari Golfo degli che assieme hanno dato vita alla raccolta di sussidi e strumenti didattici che verranno inviati e consegnati dal Rotary ad alcune scuole. La loro terra, nell’Africa occidentale, vasta poco piu' di un terzo dell’Italia, e' abitata da circa 11 milioni di abitanti. Il reddito pro-capite e' molto basso e fra chi soffre di questa situazione di indigenza ci sono soprattutto i bambini. Tanti di loro vivono in strada, o vengono sfruttati (il 52 percento di loro sono coinvolti nel lavoro minorile). Pochi quelli che riescono ad avere una scolarizzazione di base e, fra questi, in tanti non hanno strumenti di cancelleria. Per questo il Rotary ha deciso di di impegnarsi per dar ai piu' piccoli quello che da noi, in Italia, nella Scuola, sono ormai beni primari.Quaderni, penne, matite e colori per donarli ai bambini del Benin che ne sono privi. Un ponte ideale fra la Sardegna ed uno dei Paesi più poveri. E’ un progetto concreto del Rotary Cagliari Nord e del Club Rotaract Cagliari Golfo degli che assieme hanno dato vita alla raccolta di sussidi e strumenti didattici che verranno inviati e consegnati dal Rotary ad alcune scuole. La loro terra, nell’Africa occidentale, vasta poco piu' di un terzo dell’Italia, e' abitata da circa 11 milioni di abitanti. Il reddito pro-capite e' molto basso e fra chi soffre di questa situazione di indigenza ci sono soprattutto i bambini. Tanti di loro vivono in strada, o vengono sfruttati (il 52 percento di loro sono coinvolti nel lavoro minorile). Pochi quelli che riescono ad avere una scolarizzazione di base e, fra questi, in tanti non hanno strumenti di cancelleria. Per questo il Rotary ha deciso di di impegnarsi per dar ai piu' piccoli quello che da noi, in Italia, nella Scuola, sono ormai beni primari.Quaderni, penne, matite e colori per donarli ai bambini del Benin che ne sono privi. Un ponte ideale fra la Sardegna ed uno dei Paesi più poveri. E’ un progetto concreto del Rotary Cagliari Nord e del Club Rotaract Cagliari Golfo degli che assieme hanno dato vita alla raccolta di sussidi e strumenti didattici che verranno inviati e consegnati dal Rotary ad alcune scuole. La loro terra, nell’Africa occidentale, vasta poco piu' di un terzo dell’Italia, e' abitata da circa 11 milioni di abitanti. Il reddito pro-capite e' molto basso e fra chi soffre di questa situazione di indigenza ci sono soprattutto i bambini. Tanti di loro vivono in strada, o vengono sfruttati (il 52 percento di loro sono coinvolti nel lavoro minorile). Pochi quelli che riescono ad avere una scolarizzazione di base e, fra questi, in tanti non hanno strumenti di cancelleria. Per questo il Rotary ha deciso di di impegnarsi per dar ai piu' piccoli quello che da noi, in Italia, nella Scuola, sono ormai beni primari.Quaderni, penne, matite e colori per donarli ai bambini del Benin che ne sono privi. Un ponte ideale fra la Sardegna ed uno dei Paesi più poveri. E’ un progetto concreto del Rotary Cagliari Nord e del Club Rotaract Cagliari Golfo degli che assieme hanno dato vita alla raccolta di sussidi e strumenti didattici che verranno inviati e consegnati dal Rotary ad alcune scuole. La loro terra, nell’Africa occidentale, vasta poco piu' di un terzo dell’Italia, e' abitata da circa 11 milioni di abitanti. Il reddito pro-capite e' molto basso e fra chi soffre di questa situazione di indigenza ci sono soprattutto i bambini. Tanti di loro vivono in strada, o vengono sfruttati (il 52 percento di loro sono coinvolti nel lavoro minorile). Pochi quelli che riescono ad avere una scolarizzazione di base e, fra questi, in tanti non hanno strumenti di cancelleria. Per questo il Rotary ha deciso di di impegnarsi per dar ai piu' piccoli quello che da noi, in Italia, nella Scuola, sono ormai beni primari.

Stato Progetto: In Corso
Inizio Progetto: 01-10-2020 Fine Progetto: 30-06-2021
Numero volontari stimati: 8 Numero volontari conseguiti: N.D.
Numero ore volontarie stimate: 45 h Numero ore volontarie conseguite: N.D.
Contributi in contanti stimati: N.D. Contributi in contanti conseguiti: N.D.
Sovvenzioni Distrettuali: N.D. Sovvenzioni Globali: N.D.
Area di Intervento: Sostenere l'istruzione
Azione del Progetto: Azione Internazionale

“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”

Paul Harris — Convention di Boston 1933