CORONAVIRUS: LA SOLIDARIETA' DEL DISTRETTO ROTARY 2080 NON SI FERMA
Leggi come il Distretto 2080 sta rispondendo all'impatto della crisi globale dell’epidemia COVID-19.


Il Presidente RI 1978/1979 Clem Renouf ricorda le conversazioni con i dirigenti del Rotary
quando l'organizzazione aveva cominciato ad occuparsi dell'eradicazione della polio.


 

Sir Clem Renouf, il Presidente del Rotary 1978/1979 che ha aiutato a spingere il Rotary verso l'obiettivo prioritario di eradicare la polio in tutto il mondo, è deceduto all'età di 99 anni.

Renouf era socio del Rotary Club di Nambour, Queensland, Australia, per 70 anni e ha ricorperto numerosi incarichi nel Rotary: consigliere del RI, amministratore della FR, membro e presidente di commissione RI e responsabile delle discussioni all'Assemblea Internazionale.

All'inizio del 1979, su un volo di ritorno dalle Filippine, Renouf lesse un articolo su una rivista sull'eradicazione del vaiolo e si chiese se le nuove sovvenzioni del Rotary per la salute, la fame e le scienze umane (3-H) potessero essere usate per eliminare un'altra malattia. Queste sovvenzioni permettevano al Rotary, per la prima volta, di avviare progetti in più di un singolo club o distretto.

Renouf consultò un amico, John Sever, all'epoga governatore di un distretto del Maryland, e Chief of Infectious Diseases presso l'istituto Nazionale della salute degli Stati Uniti. John Sever era un amico di Jonas Salk e Albert Sabin, che svilupparono vaccini antipolio negli anni '50 e '60. Dopo ulteriori ricerche, Sever dichiarò che la polio sarebbe stata la migliore malattia di cui il Rotary avrebbe dovuto occuparsi.

“Clem ha poi puntato sull'eradicazione della polio come progetto mondiale del Rotary", ha scritto Ray Klinginsmith, Presidente del Rotary International 2010/2011, in un omaggio a Renouf. Nel novembre 1979, il Consiglio centrale del RI ha deciso di fissare l'eradicazione della polio come obiettivo primario del programma 3-H.

Renouf è stato fondamentale per la raccolta di fondi per il primo sforzo. "Per raccogliere fondi, Clem chiese a tutti i club di contribuire in contanti, circa 15 dollari per socio, per progetti di service, e l'appello raccolse la sorprendente somma di 7 milioni di dollari", ha scritto Klinginsmith. "Parte di quei fondi sono stati poi utilizzati per finanziare il primo progetto di immunizzazione antipolio nelle Filippine... Il successo è stato reale”.

Nel 1985, il Rotary ha lanciato il programma PolioPlus, e in seguito ha guidato la Global Polio Eradication Initiative con i suoi partner - governi nazionali, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie e l'UNICEF. La GPEI continua a perseguire l'eradicazione della polio in tutto il mondo.

Renouf ha servito nella Royal Australian Air Force durante la Seconda Guerra mondiale. Dopo la guerra, è stato contabile e socio dello studio di Renouf e Clarke. Era anche socio del Chartered Institute of Secretaries and Administrators e della Australian Society of CPAs, in seguito denominata CPA Australia. Inoltre, è stato anche fondatore del Sundale Garden Village per gli anziani.

Il Rotary ha riconosciuto il presidente Renouf con il Premio PolioPlus Pioneer per il suo straordinario servizio a favore di PolioPlus, così come il Premio Servire al di sopra di ogni interesse personale, l'Encomio per il servizio meritevole e il Premio per l'eccellenza del servizio della Fondazione Rotary. È stato Benefattore della Fondazione Rotary e Grande donatore e membro della Paul Harris Society e della Bequest Society.

Klinginsmith ha descritto Renouf come un leader calmo ma naturale.

“Clem è sempre stato gentile e di supporto ai giovani Rotariani, ed è lui che mi ha dato la possibilità di percorrere la strada del Rotary", ha scritto Klinginsmith. "Il Rotary non sarebbe al punto più alto in cui si trova oggi senza i miglioramenti apportati da Clem e dalla sua squadra".


“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”

Paul Harris — Convention di Boston 1933