CORONAVIRUS: LA SOLIDARIETA' DEL DISTRETTO ROTARY 2080 NON SI FERMA
Leggi come il Distretto 2080 sta rispondendo all'impatto della crisi globale dell’epidemia COVID-19.

I soci del Rotary dovrebbero pensare a come rendere il loro club più irresistibile per potenziali soci. I progetti di service di spicco sono un ottimo modo per attrarre potenziali soci. I Rotariani in Tanzania (vedi immagine di copertina) hanno un progetto in corso che aiuta persone affette da albinismo a diventare finanziariamente indipendenti. 

 

Questa è la domanda che Louisa Horne, istruttore del Distretto 7820, fa ai dirigenti per riflettere quando presenta il Seminario d’Istruzione dei Presidenti Eletti (SIPE) in primavera. Quando è diventata uno degli istruttori del distretto tre anni fa, Louise Horne voleva rinnovare quello che lei chiamava le sessioni “drill and kill”, che si concentrano su informazioni che i partecipanti devono imparare.

“Invece, abbiamo fatto leva sui talenti di alcuni istruttori altamente preparati del distretto”, secondo il governatore entrante. “Abbiamo degli educatori che capivano come eseguire la facilitazione ed erano in grado di creare un approccio differente per sviluppare i nostri leader”.

La Horne ha reclutato Doug Logan, Past governatore, per aiutarla. Insieme, hanno nominato i loro seminari “Formazione per leader di club” (TLC) per ribadire i cambiamenti effettuati e convincere coloro che non pensavano di partecipare a farlo. I due hanno guidato una sessione di gruppo alla convention 2018 a Toronto e hanno portato il loro workshop all’esterno del loro distretto.

 

"Fare strategico"

L’idea era quella di consentire ai partecipanti di pensare strategicamente a cosa dovevano fare per rendere i loro club più attraenti per i loro soci.

“Il calo dell’effettivo non è il problema, ma è un sintomo”, secondo Logan. “Quindi, piuttosto che correre a sviluppare strategie di reclutamento, noi vogliamo che la gente cominci a pensare ‘OK, cos’altro sta succedendo qui?’”

Logan e Horne reclutano facilitatori con esperienze nel campo del management o consulenze, oppure istruzione di adulti. Utilizzano una gamma di strumenti per incoraggiare il ‘fare strategico’. I partecipanti devono creare un elenco di ciò che faranno nei 30 giorni successivi per aiutare a realizzare gli obiettivi di club e decidere come valutare i compiti completati. Inoltre, dovranno fare un elenco di cosa faranno 30 giorni dopo, per continuare a fare la differenza.

 

Successione

I seminari mettono anche l’accento sul piano di successione e la leadership coraggiosa

“I seminari non sono solo per presidenti e segretari, ma per tutti i dirigenti e aspiranti dirigenti”, secondo Horne. “Non è possibile pensare in termini di ‘il mio anno’. La maggior parte dei club hanno bisogno di un piano a lungo termine, per realizzare gli obiettivi ed avere un impatto. Queste conversazioni strategiche devono coinvolgere persone che possano offrire continuità”.

Spostando la responsabilità dai singoli a una squadra, secondo Horne, i club possono rendere un ruolo meno impegnativo e più attraente. Horne prevede di esemplificare questo approccio per i club usando il titolo di “chair della squadra di leadershipe del distretto” piuttosto che quello di “governatore distrettuale”.

“Ci aspettiamo dai dirigenti di club e distretto che siano tutto il possibile per tutti, ma questo non funziona”, afferma Horne. “Deve trattarsi di un lavoro di squadra, e ci devono essere degli strumenti semplici, che le persone possono usare efficacemente con una formazione di base”.


“Il Rotary è uno stile di vita. Uno stile di vita buono, naturale, completo e pieno di amicizia. Il mondo è pieno di potenziali rotariani, ce ne sono molti che mi stanno ascoltando. Amico mio, se tu hai nel cuore amore per il prossimo, tu sei un potenziale rotariano”

Paul Harris — Convention di Boston 1933